Sei in » Cronaca
30/04/2016 | 12:14

Rubato da dentro l'Istituto Comprensivo 'Bodini' di Arnesano uno dei quattro salvadanai che conteneva alcuni fondi destinati ad aiutare Giorgia, la piccola bimba leccese affetta da una rara sindrome. Su Facebook l'Associazione Apprendisti Cittadini:'Oggi Ŕ un giorno triste'.


Salvadanaio


Arnesano. Oggi è un triste giorno. Come non essere dispiaciuti, sgomenti, indignati di fronte ad un episodio puerile che dovrebbe suscitare vergogna nei responsabili. È stato rubato il salvadanaio della raccolta fondi per aiutare la piccola Giorgia. Si tratta della dolce bambina leccesse affetta dalla rarissima sindrome di Berdon. Stando alle prime informazione sull’accaduto, risultano quattro i salvadanai destinati ad aiutare la piccola, a sua volta suddivisi nelle sedi dell’Istituto Comprensivo “Vittorio Bodini” di Monteroni e Arnesano. Il più capiente, purtroppo, era collocato proprio nell’atrio della scuola elementare situata nel rione Riesci. Il bottino dovrebbe aggirarsi intorno ai 500 o ai 600 euro. Ricavato monetario frutto di laboratori “ad hoc” e frutto di offerte private donate dagli stessi insegnanti.

A denunciare direttamente sui social l'accaduto, l'Associazione Apprendisti Cittadini:"Ieri hanno rubato dalla scuola dei Riesci il salvadanaio della raccolta fondi per aiutare Giorgia”. “Fino a quando non si capirà che ci sono dei limiti che non vanno mai superati, che non si può approfittare della debolezza, della sofferenza e delle richieste di aiuto di chi ci sta accanto, la strada da fare sarà ancora lunga. E in salita”. Questo il post scritto sulla pagina Facebook ufficiale dell’associazione.

Oggi vorrei sapere perché lo hai fatto e come ti senti ora”, si chiede l’autore delle dolenti frasi scritte in bacheca. “Se hai una coscienza. Se lo hai già rotto per contare i soldi. O se magari ti sei vantato con gli amici. E se ogni volta che spenderai un euro di quei soldi – conclude – penserai a Giorgia e al danno che hai fatto a lei. E a tutti noi. Oggi è un triste giorno”.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |