Sei in » Attualità
07/04/2016 | 11:03

Si svolgerà domenica 10 aprile un'iniziativa a tutela degli animali. I componenti del meetup Arnesano 5 Stelle scenderanno in piazza Paisiello ad Arnesano per distribuire materiale informativo e sensibilizzare i cittadini sul tema.


I 5 Stelle dicono no al randagismo


Arnesano. Il randagismo ormai è un problema sempre più frequente. Questo fenomeno riguarda anche il nostro territorio, che vede sempre più cani abbandonati soprattutto con l’arrivo dell’estate, quando è tempo di vacanze e i cani diventano un “peso” per i loro proprietari.
 
Prevenire il randagismo, perciò, è lo scopo dei componenti del meetup Arnesano 5 Stelle, che la mattina del 10 aprile scenderanno in piazza Paisiello ad Arnesano con un’iniziativa a difesa degli animali. “C’è molto da lavorare – spiega il meetup Arnesano 5 Stelle – soprattutto per spingere le amministrazioni locali ed i responsabili dei servizi comunali e predisporre i canili sanitari. Oggi – continuano – molti cani vaganti vengono affidati a canili privati in spregio alla legge e  spesso accade che in queste strutture non vengono effettuati i dovuti controlli”.
 
Un altro problema che indigna ancor di più è l’avvelenamento dei cani. “Sono stati scoperti da alcuni cittadini – segnalano i componenti 5 Stelle – dei bocconi avvelenati sul territorio comunale ed è cresciuto l’allarme per i proprietari degli animali, costretti a prendere immediate precauzioni per evitare che amici a quattro zampe diventino le vittime di malintenzionati. È veramente qualcosa di assurdo – sostengono – che gli animali vengano presi di mira come se fossero un fastidio per la comunità. Noi siamo convinti che la cura e il rispetto degli animali siano argomenti da non sottovalutare”.
 
Nella mattina di domenica, inoltre, sarà presente il Capogruppo M5S al Consiglio Regionale Pugliese Antonio Trevisi, con l’occasione di discutere insieme ai cittadini e alle associazioni animaliste. “ Per contrastare il randagismo – concludono i componenti del meetup – bisogna insistere, anche perché i veterinari dell’ASL procedano con l’applicazione del microchip, alla registrazione nell’Anagrafe canina, alla sterilizzazione e al controllo dei canili”.
 
#NoRandagismoDay, dunque, punta a sensibilizzare su questo triste fenomeno che accade ormai troppo spesso e a cui, purtroppo, non si dà molta importanza. 
 
di Eugenia Giannone




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |